Omega Speedmaster Replica “Speedy Tuesday” Edizione Limitata

All’inizio dell’anno, i produttori di orologi replica presentano novità coraggiosamente preparate. Certamente, le anteprime includono la nuova edizione di Speedmaster chiamata “Speedy Tuesday”. L’azienda Omega replica sottolinea che questo segnatempo è stato utilizzato per combinare gli elementi più caratteristici del design dello Speedmaster, il che ha contribuito al fatto che è diventato uno degli orologi replica più riconoscibili al mondo.

La base ha utilizzato il modello “Speedmaster Alaska III” prodotto nel 1978 per la NASA. Questo orologio doveva essere caratterizzato dalla semplicità delle indicazioni di lettura durante le missioni eseguite nello spazio. Per questo motivo, “Speedy Tuesday” ha una busta fatta di acciaio inossidabile, la cui superficie è spazzolata. La seconda caratteristica è la rabescatura radiale dei totalizzatori responsabili del cronografo. Entrambe queste funzionalità dovrebbero essere responsabili della riduzione delle riflessioni. Gli indici sub-target hanno un carattere tipografico aumentato per facilitare la lettura delle indicazioni.
Foto: materiali della stampa Omega replica

La busta menzionata in precedenza ha un diametro di 42 mm. Resistenza all’acqua secondo i dati del produttore sono 5 bar (circa 50 metri). Sul lato destro della busta c’è un pizzo, la cui superficie opaca è decorata con un logo Omega lucido e lucido. Sulla superficie del coperchio in acciaio ci sono le iscrizioni “UN TRIBUTO AL PROGETTO ALASKA III”, “SPEEDY MARTEDÌ ANNIVERSARIO”, informazioni sul nome della collezione da cui proviene il timer e conferma che questo modello è in edizione limitata. È stato applicato anche un numero di orologio individuale – il produttore ha preparato le copie del 2012.

Una scala tachimetrica è stata applicata all’anello del telescopio. Il design del quadrante è caratteristico della collezione Speedmaster. Sotto-quadranti disposti orizzontalmente sono stati realizzati nello schema di colori chiamato “Reverse Panda”. Questo stile è apparso per la prima volta nella serie Speedmaster nel 1966. Gli indici orari, la scala dei minuti, i quadranti del totalizzatore e persino il logo del produttore erano fatti di una sostanza luminescente, grazie alla quale era garantita un’alta leggibilità delle indicazioni, anche senza luce. Il quadrante è protetto da “vetro” fatto di esalite.

L’orologio ha un calibro 1861 con tensione manuale della molla. Il produttore si vanta che è lo stesso meccanismo che ha funzionato su orologi replica presi dagli astronauti della NASA sulla luna. Fornisce una riserva di carica di 48 ore e funziona a una frequenza di 21600VpH. 18. le pietre sono state utilizzate per il trasporto di elementi mobili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *